L’under 14 è la prima formazione dell’US Torri a raggiungere un risultato a dir poco splendido e fino a qualche anno fa impensabile: è finale nazionale!
Ieri, infatti, le biancoverdi di Tagliabue-Biondi sono salite sul terzo posto del podio regionale vincendo in un combattutissimo tie break contro Le Ali Padova. Un successo costruito non solo dal lavoro in palestra, ma anche con quello svolto prima della finale, con la seduta video di studio delle avversarie, inusuale in questa categoria, ma decisiva nella circostanza, preparata dallo scoutman della società Marco Greco.
“Dalle 13 quando siamo entrati in sala video alle 18.40 quando è finita la partita, si è visto l’almanacco della perfezione – racconta un emozionato Tagliabue – Noi le consideriamo già atlete, non ragazzine… e loro hanno dimostrato di essere tali, applicando in maniera perfetta quello che avevo chiesto, prendendosi delle responsabilità e mettendo in campo una grandissima cattiveria”.

Una determinazione che si è vista specialmente nel primo set, quando le biancoverdi si sono trovate sotto per 5-15 e la partita sembrava aver preso una piega che rispettava il pronostico. Ma le torrine avevano preparato la partita, sapevano cosa dovevano fare per mettere in difficoltà le avversarie: forzare al massimo la battuta e non risparmiarsi in attacco. E così hanno recuperato, hanno avuto anche l’occasione di chiudere, ma ad avere la meglio sono state le padovane.
Nessun sconforto però, solo la consapevolezza di poter veramente farcela e la carica che questo comporta. E così con una grande correlazione muro-difesa, una buona battuta e una buona ricezione le biancoverdi hanno dettato legge nel secondo set ed anche nel terzo. In quest’ultimo, però, Le Ali aveva provato il recupero portandosi fino al 18-16, prima della nuova accelerata delle torrine. Il quarto parziale è stato giocato punto a punto fino a quota 16, poi la “paura di vincere” ha spostato gli equilibri del match e le padovane hanno trovato un buon turno al servizio che ha rimandato il verdetto al quinto set, un tie break tirato con scambi lunghissimi ma non sofferto, con le biancoverdi che hanno avuto sempre 2-3 punti di vantaggio, gestito al meglio, attaccando senza paura e toccando tutti i palloni a muro.

Difficile descrivere quello che è successo dopo… anche se il tempo per festeggiare è sempre troppo poco.

“Il nostro obiettivo iniziale era il titolo provinciale ed arrivare tra le prime 4 formazioni del Veneto… sapevamo che arrivati fin lì potevamo giocarcela – dichiara Tagliabue – Arrivare alle finali nazionali è stato quel qualcosa in più, la realizzazione di un sogno. Adesso come va va. Questo risultato è la conferma di quanto stiamo valorizzando i giovani, lavorando per un domani… lo scorso anno avevamo perso la finale provinciale under 13, ora siamo arrivati alla fase nazionale…”.