Nonostante il tempo non abbia dato una mano, un grande aiuto è comunque arrivato da tutta l’organizzazione del Volley San Paolo Vicenza, per allestire quella che è stata la magnifica Festa Finale di minivolley realizzata e conclusasi domenica 5 giugno.

La manifestazione ha visto la partecipazione di 39 società provenienti da tutta la provincia di Vicenza, per un totale di 80 squadre e 500 atleti circa tra i 9 e gli 11 anni che hanno disputato incontri di minivolley di 3 giocatori contro 3 in 20 campi. 140 i volontari coinvolti nell’organizzazione dell’evento. La giornata, organizzata da Volley San Paolo Vicenza, in collaborazione con FIPAV comitato provinciale di Vicenza e l’assessorato alla formazione, è iniziata con i saluti e i ringraziamenti della autorità intervenute.

Davide De Meo, Presidente Provinciale FIPAV ha preso la parola, sostenendo “Ce l’abbiamo messa tutta e ringrazio il Volley San Paolo per tutto l’impegno. Dovevamo dormire in tenda, è vero, ma auguro una grande Festa a tutti voi.”

Falco Giuseppe Franco, Delegato Provinciale CONI ha augurato una buona giornata, ringraziando FIPAV, Volley San Paolo Vicenza e tutte le famiglie che permettono ai bimbi di praticare lo sport della pallavolo.

Paolo Pegoraro, Presidente del Volley San Paolo Vicenza ha invece rivolto un caloroso ringraziamento a tutti i volontari che si sono impegnati per lo svolgimento di questa manifestazione.”

Non poteva mancare Valentina Pastorello, simpatica atleta centrale di Obiettivo Risarcimento Volley di Serie A1, che ha portato i suoi saluti, “E’ un’emozione forte essere qui: giocando in questo campo ho vissuto esperienze magnifiche. Ho iniziato quando avevo la vostra età e auguro a tutti voi di raggiungere il massimo da questo sport.”

13315639_1744286415842838_6854517991973059597_n

Durante l’animazione, magistralmente organizzata, c’è stata la presenza di due campioni del Volley Nazionale. Anna Nicoletti Campione d’Italia 2015/16 con Imoco Volley Conegliano, inizia a giocare a pallavolo Perché, dice, “da piccola ero timida. Sono partita dal minivolley e giovanili di Altavilla Vicentina, col sogno di arrivare in Serie A, ma mai pensavo di vincere lo scudetto. Ora, il mio sogno è partecipare alle Olimpiadi. Ho vissuto periodi difficili, con sacrifici ma altrettante soddisfazioni. Ho iniziato divertendomi e così dovreste fare anche voi”, ha detto a tutti i bimbi presenti­, “Ci saranno sacrifici da affrontare ma continuate. Il gioco di squadra è importante!”

Gianfranco Bardelle, Presidente CONI Regionale, saluta i tantissimi bimbi e genitori, ricordando quanto importante sia la pallavolo per il mondo dello sport. I saluti poi sono giunti da Roberto Maso, Presidente Regionale FIPAV, Davide De Meo, Presidente Provinciale FIPAV, e Paolo Pegoraro Presidente del Volley San Paolo Vicenza.

Ed ora la parola ad Andrea “Lucky” Lucchetta, grande personaggio, ex pallavolista della “generazione dei fenomeni”, oggi commentatore RAI, quasi un bimbo tra i bimbi, quell’uomo a cui piace commentare la pallavolo femminile… a cui piace usare un linguaggio rivolto ad utenti al di sotto dei 30 anni. Microfono alla mano, il suo entusiasmo e simpatia hanno catturato l’attenzione dei bambini, incantati dalla sua vivacità. E, a ruota libera, “Benvenuti a tutti… genitori e nonni. Bisogna sapersi divertire a qualsiasi livello, sorridere sempre. Ho iniziato giocando a scuola, a Mogliano Veneto, imparando l’importanza di far parte di una squadra e di avere un sogno e, la forza del gruppo serve a realizzarlo, con dei valori con cui crescere assieme. In Italia ora abbiamo due squadre nazionali qualificate per le olimpiadi ed io sono emozionato nel ritornare in quel palazzetto…. dopo più di 20 anni. La pallavolo fa capire quanto importante è lo spirito di squadra.” In conclusione saluta, anche se di conclusione non si è trattato visto la folla che gli è andata incontro per autografi e foto. “Ho visto tutti i ragazzi gioire con uno spirito di squadra eccellente. Ben venga, a questo punto, l’attività di promozione nelle scuole, per fare in modo che questo sport diventi divertente.”

13325700_1744493399155473_6399409894297202878_n

Il Palazzetto lentamente si svuota e la macchina organizzatrice si mette in moto per sistemare il tutto. Si coglie l’occasione per scambiare tre chiacchiere, in amicizia, con Andrea: il suo immenso sorriso gratifica il tempo atteso per incontrarlo.

“Se è vero che i santi Pietro e Paolo hanno fondato la chiesa…. la spiritualità di questa Festa è percepita dalla voglia di tirar fuori colori e valori”, inizia subito senza incertezze. “Tutti questi ragazzi hanno gioito con grande spirito di squadra che poi va a sfociare nel grande marchio di qualità che è il Volley San Paolo Vicenza. Questo si percepisce alla fine di un percorso, nei sorrisi dei ragazzi. Qui vedo una strategia di formazione e percorso che va ben oltre.”

I suoi colleghi si stanno dedicando all’alto livello, Lucchetta preferisce dedicarsi ai bimbi e spiega il suo perché: “E’ facile confrontarsi con un mondo che già conosci. Il bello è accendere la scintilla. Difficile è organizzare una serie di ingredienti che servono a costruire gli uomini o le donne di domani e a me interessa fare tutto in funzione della capacità di accendere lo spirito di squadra.

13322089_1744492769155536_5953608608239564982_n

Ha iniziato a giocare a pallavolo per caso, in 1° superiore: in 4° già giocava il suo primo campionato con l’Astori Mogliano Veneto. Oggi punta a creare percorsi di reclutamento per dare l’opportunità ad un giovane di 1° e 2° superiore di giocare a pallavolo e rubare giocatori/trici da altri sport. “Bisogna essere più bravi a fare promozione; ben venga quindi l’attività nelle scuole. Dobbiamo fare in modo che il nostro sport sia divertente!” Parla di un nuovo progetto che verrà usato nelle scuole, il PROGETTO S3 (Spike Ball), realizzato dalla Federazione Nazionale. “Sarà quella di sorriso, di sport, di schiacciata – spiega Lucky – vogliamo identificare subito con la schiacciata, lo spike, il nostro sport. Un elemento virale, ma anche concreto. Il tavolo tecnico, esteso anche al territorio, ha dato vita a un percorso nuovo per portare sempre più il volley nelle scuole, introducendo elementi nuovi e dando la possibilità a tutti di divertirsi. E’ un gioco propedeutico all’avanzamento della pallavolo.”