Grandi atlete, grandi giocatrici, ragazze giovani, ma grandi persone.
Le 12 atlete U15 del Volley Lugano, con coraggiosa e invidiabile determinazione, vincono il titolo di campionesse svizzere 2015.
Nella due giorni di finali nazionali, il cammino delle ragazze di Cinquanta inizia in salita: da subito devono affrontare formazioni di buon livello fra cui il temibile NUC, fresco vincitore del SAR. La partenza è timida e condizionata dal peso della manifestazione, tuttavia, il team di Balestra & Co. si classifica secondo del girone, guadagnandosi un posto fra le prime 8 migliori squadre in Svizzera.
La domenica si giocano i quarti di finale contro le ragazze del Volley Oberdiessbach, squadra ben organizzata in difesa e poco fallosa in attacco. È subito evidente che le giovani ragazze di Cinquanta cambiano marcia rispetto al giorno precedente: pulite nei fondamentali, ordinate in campo e particolarmente efficaci in attacco. La vittoria (2-1) consente l’accesso alla semifinale contro Sm Aesch Pfeffingen. Partita quest’ultima, da considerarsi la più difficile: l’avversario è molto preparato tecnicamente, ben organizzato in campo e soprattutto fisicamente dotato. Nonostante il primo set perso 27-29, le atlete luganesi non si lasciano abbattere e vincono il secondo 25-23. La finale è ormai vicina. Complici una concentrazione altissima e una difesa impeccabile, le nostre U15 mettono in difficoltà un avversario di tutto rispetto vincendo il tie-break 15-11.
E’ finale! Gara sentita, adrenalina a mille, palazzetto gremito… Contro il temibile Nuc, le ticinesi scendono in campo determinate a ribaltare il risultato del giorno precedente. Le luganesi partono in quinta: aggressive in battuta e precise in difesa, dopo un inizio punto a punto, ben presto lasciano le avversarie sul posto, concludendo il primo set 25:18. Il secondo parziale si gioca a ruoli invertiti: è il Nuc a dettar legge ed il set si conclude 25:14 a favore delle neocastellane.
È tie-break: le ragazze di Cinquanta partono a spron battuto, portandosi immediatamente sul 3-0. Immediata la reazione del Nuc che recupera il disavanzo. Si prosegue punto a punto fino all’11-10 quando le luganesi, dando prova di carattere, compiono l’allungo decisivo vincendo il tiebreak 15-11 ed aggiudicandosi quindi l’oro. Il risultato di mesi di sacrifici, traguardo raggiunto superando parecchie difficoltà. Ecco i nomi delle 12 campionesse: Ammirati, Astori, Balestra, Bissig, Brugnetti, Degli Antoni, Ferraretti, Maiorano, Protic, Quattrini, Soldini, Vianello.
Complimenti a tutti!